28 novembre 2006

Dalla Germania: brezen

La scorsa domenica, invece di gettarci nella giungla selvaggia e brutale dei centri commerciali aperti in occasione delle feste di Natale, io e Amore abbiamo deciso di indossare i grembiuli da panettieri e di darci per bene alla cucina tedesca. Credo in realtà che questo tipo di pane dalle punte spiccatamente dolci-salate sia diffuso in un'ampia zona, dall'Alsazia francese (infatti i famosi salatini da cocktail si chiamano proprio alsaziani) all'Austria, ma per me i brezen sanno tanto di Oktober Fest, serviti impilati su un piedistallo di legno caldi, fumanti e croccanti...e qui gioisco nel far venire fame a qualcuno... :P!!!!


Ingredienti per circa 10 pezzi:

- 500g di farina 00

- 300ml di latte

- 1 cucch.no di sale fino

- 1 cubetto di lievito di birra

- 1 cucch.no di zucchero

- 40g di burro morbido

- sale grosso

- 3 cucchiai di bicarbonato


Mescolare il lievito con lo zucchero e il latte intiepidito e lasciare riposare al tiepido per 15min.

Impastare la farina setacciata col burro a pezzetti, il sale e il lievito sciolto nel latte. Far lievitare coperto per mezz'ora.

Riprendere l'impasto e lavorarlo. Formare tanti piccoli salami con cui formare le classiche forme a cuoricino del brezen. Far riposare per altri 15min.

Intanto portare ad ebollizione una pentola d'acqua ed aggiungere il bicarbonato. Immergerci i brezen uno alla volta per 30 secondi l'uno, poi disporli su una teglia coperta con carta da forno. Cospargere con abbondante sale grosso la superficie delle pagnotte e mettere in forno a 220°C per 15-20 minuti circa.

Servire subito finché si mantengono croccanti!!!


23 novembre 2006

Back to China! Zuppa di tagliolini all'uovo con pollo


Il cibo orientale mi fa impazzire, e si sa, io mi lamento sempre del freddo, quindi cosa c'è di meglio di una bella zuppetta calda, saporita e nutriente?
Inoltre l'unione delle spezie e delle verdure sprigiona un odore particolarmente piacevole e allettante!!!
Mi sono dedicata a questo piatto approfittandone dell'assenza di papà, che proprio di cibo internazionale non ne vuole sapere - tanto poi lo mangerebbe lo stesso ;) - quindi ce lo siamo gustato io e la mamma in tutta tranquillità!

Ingredienti:

- 250g di tagliolini all'uovo secchi
- 4 cosce di pollo a dadini
- 1 mazzo di cipollotti affettati
- 2 spicchi d'aglio tritati
- 2cm di zenzero fresco a fettine sottili
- 850ml di brodo di pollo
- 200ml di latte
- curry a piacere
- 2 cucchiai di salsa di soia
- 1 piccolo peperone rosso a cubetti
- 60g di pisellini
- sale e pepe
- olio

In un piatto, coprire i tagliolini con acqua bollente.

Scaldare l'olio nel wok e aggiungere il pollo a dadini, rosolandolo per 5 minuti circa. Unire la parte bianca del cipollotto, aglio, zenzero e curry e soffriggere un paio di min mescolando.

Aggiungere il brodo, il latte e la salsa di soia; salare e pepare. Unire i peperoni, i piselli e la parte verde dei cipollotti.

Una volta raggiunto il bollore, far cuocere per 8 min mescolando ogni tanto.

Infine aggiungere i tagliolini scolati e servire.

Io per questa ricetta ho preferito utilizzare della cipolla dolce al posto del cipollotto, perchè mi sembrava più delicata, anche se il piatto potrebbe peredere un po' di colore. Inoltre la versione originale prevede l'utilizzo del latte di cocco che a me proprio non piace, quindi ho aggiunto quello normale vaccino, ma garantisco che il risultato è ottimo! ;)

16 novembre 2006

Dalla Grecia: keftedes di ceci con purè di melanzane


Il tempo a Milano fra le bizze in questo periodo. Dopo qualche giorno di sole tiepido, oggi ha cominciato a scendere quella pioggerellina sottile sottile che ti penetra fin sotto la pelle, e li freddo in casa si fa sentire (fuori i golf di lana e i calzettoni fino al ginocchio!!). Così, per evadere un po' dal clima autunnale, mi sono concessa un tour immaginario nella calda Grecia, dove purtroppo non sono mai stata, ma che rimane una delle mie ambite mete.

KEFTEDES DI CECI
Ingredienti:

- 300g di ceci ammollati
- 1 cipolla
- 15g di cumino
- 2 spicchi d'aglio
- 2 foglie di salvia
- 3 cucchiai di prezzemolo
- 1 uovo
- 80g di farina
- olio evo

Lessare i ceci e scolarli. Frullarli con 4 cucchiai del loro liquido di cottura.
Dorare la cipolla nell'olio evo, unire cumino, aglio, salvia e prezzemolo tritati, dopo di che tenere da parte il composto.
Mescolare i ceci con l'uovo, 50g di farina e il composto di cipolla e erbe; regolare di sale e pepe.
Formare delle polpettine, infarinare e friggere.


PURE' DI MELANZANE
Ingredienti:

- 1kg di melanzane
- 2 pomodori
- 1 cipollotto
- il succo di 1 limone
- olio evo
- 2 spicchi d'aglio tritato

Grigliare le melanzane e frullarne la polpa con limone e sale. Aggiungere l'aglio e 8 cucchiai d'olio.
Sbollentare i pomodori e tagliarli a cubetti, tagliare finemente il cipollotto; unire il tutto al purè di melanzane. Può essere mangiato sia freddo che caldo.
Per quanto l'aspetto possa sembrare poco invitante, ho trovato questo purè molto gustoso: la leggera acidità del piatto infatti si sposa benissimo con la dolcezza dei ceci, esaltati dagli aromi mediterranei.

03 novembre 2006

Dalla Scozia: scones e shortbread


Per i patiti del tè delle 5, consiglio vivamente questa "merendina" bella ricca di calorie!! Insomma, se bisogna mangiare i biscotti, bisogna mangiarli belli grassi, no??
Io personalmente adoro gli shortbread in tutte le loro salse, qui li ho fatti semplici al profumo di limone, ma arricchiti con uvetta o gocce di cioccolato sono ottimi!!!
Gli scones, ahimè, mi sono venuti stranamente piatti, stile disco volante, ma dove caspita avrò sbagliato?? Va beh, in ogni caso questi panini matà dolci metà salati hanno un gusto davvero particolare, da provare!

SCONES:
Ingredienti:

- 450g di farina
- 3dl di latte
- lievito in polvere
- 50g di burro morbido a cubetti
- 1 cucchiaio di succo di limone
- 1 cucc.no di sale

Lavorare insieme farina, lievito, burro e sale fino ad avere un composto sabbioso.
Unire il limone nel latte e far riposare un minuto, quindi versare nell'impasto lavorando velocemente.
Stendere la pasta e ricavare dei dischetti di 5cm di diametro circa. Spennellare la superficie con del latte e infornare a 230° per 20min circa.
Servire con marmellata e panna o burro.



SHORTBREAD:
Ingredienti:

- 275g di farina
- 25g di mandorle tritate
- 225g di burro (preferibilmente quello salato) a cubetti
- 75g di zucchero
- la scorza di mezzo limone

Mettre il burro, le mandorle, la farina, lo zucchero e la scorza di limone nel mixer e amalgamare tutto. Versare il composto in una teglia oliata (di forma rettangolare o quadrata) e livellarlo.
Cuocere a 180° per 20min circa finchè la superficie sarà dorata. Togliere dal forno e ricavare subito tanti rettangoli. Fare raffreddare.
La cosa ottima di questi biscotti è che, oltre ad essere squisitamente favolosi, si conservano benissimo per 2 settimane anche coperti da un po' di stagnola. Ma diciamocelo...resistono 2 settimane??? Non a casa mia!!

:)

23 ottobre 2006

Dalla Cina: riso alla cantonese ricco e involtini primavera


Lo scorso sabato ho avuto il piacere di dividere grembiule e fornelli con la cuginotta Eli; per l'occasione ci siamo date alla cucina cinese, che avevo assaporato spesso, ma mai cucinato! In meno di due ore siamo riuscite a districarci tra pentole, palette e ingredienti, per non contare il fatto che io quando mi do alla cucina vado in crisi se non sono da sola!!! Ma stavolta il folle duo culinario ha funzionato alla grande, e il risultato ha soddisfatto anche lo scettico e tradizionalista palato di papà, che si è goduto anche un bis di involtini! ;)

RISO ALLA CANTONESE RICCO
Ingredienti per 4 persone:

- 150g di riso a chicco lungo
- 2 uova sbattute
- 2 spicchi d'aglio schiacciati
- 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
- 3 cipollotti affettati
- 75g di piselli cotti
- 150g di germogli di soia
- 225g di prosciutto cotto tritato
- 150g di gamberetti cotti
- 2 cucchiai di salsa di soia
- olio

Cuocere il riso in acqua bollente, scolare e sciacquare bene.
Con le uova formare una frittatina molto sottile e fare raffreddare.
Scaldare l'olio nel wok caldo e far rosolare aglio e zenzero. Aggiungere gli altri ingredienti e saltare per 2 minuti. Unire la salsa di soia e il riso e saltare ancora per 2 minuti.
Arrotolare la frittatina e tagliarla a rondelle; servirà per guarnire il piatto.


INVOLTINI PRIMAVERA
Ingredienti per 4 persone:

- 175g di maiale cotto sminuzzato
- 75g di pollo cotto sminuzzato
- 1 cucch.no di salsa di soia
- 1 cucch.no di zucchero di canna
- 225g di germogli di soia
- 25g di germogli di bambù in scatola sminuzzati
- 1 peperone a striscioline
- 2 cipollotti affettati
- 1 cucch.no di maizena + altri 5 cucchiai
- 125g di farina
- 400ml di acqua
- olio vegetale
- olio per friggere

Mescolare insieme maiale, salsa di soia, zucchero e un cucch.no di olio e far marinare coperto per 30min.
Scaldare dell'olio nel wok già caldo e far saltare per 2 minuti i germogli di soia e di bambù, il peperone e i cipollotti. Unire anche il pollo e il maiale e far saltare per altri 3 minuti. Amalgamare un cucchiaino di maizena con 2 cucch.ni di acqua e versarlo nella pentola mescolando. Togliere dal fuoco e fare raffreddare.
Per gli involucri formare una pastella piuttosto liquida con l'acqua, farina e maizena restante, e versarla in una padellina calda e unta ricoprendo il fondo ottenendo delle piccole crepes; non c'è bisogno di girarle. Quando sono pronte coprirle con un panno umido.
Versare il ripieno freddo e formare dei fagottini: per chiuderli è necessario bagnare i bordi, ma anche uno stuzzicadenti va bene.
Friggerli nel wok per 2-3 minuti.


13 ottobre 2006

Dalla Russia: funghi alla Stroganov con Pampushki


Oggi mi sono data alla cucina russa, non l'avevo mai provata, nemmeno al ristorante, e devo dire che il risultato è stato molto soddisfacente! certo, intendiamoci, non sono piatti estivi, nè è consigliabile mangiarli tutti i giorni!!!! sfizietto del momento per chi come me manda al diavolo le diete o, meglio ancora, non ne ha bisogno!!! :P

FUNGHI ALLA STROGANOV
Ingredienti per 4:

-50g di burro
-500g di funghi prataioli
-250g di funghi porcini
-3 spicchi d'aglio tritato finemente
-1 cipolla tritata finemente
-2 cucchiai di farina
-1,2 dl di vino bianco
-2,5 dl di brodo vegetale
-basilico tritato
-250 di panna acida
-noce moscata
-1 cucchiaio di prezzemolo tritato
-1 limone
-sale e pepe

Pulire i funghi e tagliarli a fette. Rosolare metà burro in padella e versarvi i funghi e metà aglio. Quando sono cotti, trasferirli su un piatto con il loro sugo.
Nella stessa padella sciogliere il rimanente burro e far rosolare la cipolla per 5 min e poi l'aglio per altri 2 min. Togliere dal fuoco, versare la farina e continuando a mescolare, versare metà brodo e vino fino ad ottenere una crema morbida. Riportare a bollore e versare il resto del brodo, poi cuocere fino ad addensarlo.
Aggiungere la panna acida, mescolare, poi i funghi, il basilico, la noce moscata, il pepe, il limone e il prezzemolo per guarnire.
Questo piatto si accompagna molto bene con del grano saraceno o del riso.


PAMPUSHKI (Crocchette di patate ripiene al formaggio)
Ingredienti per 4:

-550g di patate sminuzzate fini
-225g di purè di patate
-75g di ricotta
-erba cipollina
-olio per friggere
-sale e pepe

Asciugare bene le patate sminizzate e unirle al purè mescolando bene, poi formare delle polpette un po' grosse (circa 5cm).
A parte mescolare la ricotta con sale, pepe ed erba cipollina tagliata fine.
Formari un incavo nelle polpette e mettere un cucchiaino circa di composto di ricotta, poi richiudere bene la polpetta.
Friggere circa 7-8 minuti fino a che sono bene dorati.
Se la polpetta risulta un po' bagnata per via dell'amido è meglio infarinarla.

Buon appetito!!!
:P


08 ottobre 2006

Dalla Norvegia: trota e salmone affumicati

Ho trovato questa ricetta su un libro di ricette europee; in realtà più che una ricetta è un metodo di conservazione, molto praticato nelle regioni nordiche, dalla Scozia ai paesi scandinavi, ma permette di cucinare assolutamente senza grassi, e il pesce mantiene tutta la sua morbidezza rimanendo a contatto con la sua pelle. Qualsiasi tipo di pesce va bene, in particolare salmone e aringhe, come nelle classiche ricette, l'importante è che abbiano la pelle, altrimenti si attaca alla griglia. Per quanto riguarda questa mia variante poi, l'ho arricchita con una salsa alla carota leggera leggera, a prova di dieta! ;)

Ingredienti:
-una trota salmonata
-un filetto di salmone
-3 cucchiai di riso
-3 cucchiai di tè aromatizzato
-scorza di limone
-alloro
-una carota
-latte
-prezzemolo
-basilico
-sale e pepe

Foderare il fondo di una pentola wok con un foglio di alluminio e versarvi il tè, il riso, il limone e l'alloro. adagiare sulla griglia del wok il pesce e coprire ermeticamente. quando comincia a fumare abbassare la fiamma. bisogna fare molta attenzione in questa fase, perchè il pesce rischia di assumere un sapore troppo fumoso; è necessario quindi controllare spesso la cottura.
Per la salsa: cuocere a vapore la carota e frullarla con un po' di latte (o panna, o brodo, a seconda della "leggerezza" desiderata) e di erbe aromatiche, in questo caso prezzemolo e basilico. salare e pepare.

03 ottobre 2006

Saturday night's Kokoro!

Mia cugina Elisabetta col futuro maritino Fabio che si abbuffano di maki e nighiri!


Ecco i fidanzatini del momento! sono venuti a Milano da Ventimiglia chiedendo a me e al mio Amore di portarli ad un ristorante giapponese... al che mi sono detta: "Alice, portali assolutamente al Kokoro!!!".
Era sabato sera, dopo un'intensa giornata di shopping, e il tempo è stato clemente concedendoci una bella serata, per fortuna. Peccato che i cari "kokori" (i proprietari del ristorante) dovessero correre per tutto il ristorante, dal momento che era affollatissimo!!! Abbiamo atteso un po' bevendoci quasi tutto il vino a stomaco praticamente vuoto (al che io ed Eli abbiamo cominciato a parlare un po' meno visto che ridevamo per il 90% del tempo); ma devo dire che l'attesa è stata davvero appagante, perchè quando siamo stati serviti le nostre papille gustative hanno cominciato a cantare! Peccato che l'effetto del vino si facesse sentire perchè i maki cadevano liberamente giù dalle bacchette ancor prima di arrivare in bocca in un sonoro splash! nella salsa di soia, sparpagliando chicchi e spruzzi ovunque (vero Eli??), mentre io e Amore cercavamo invano di raccogliere tutto il riso nella ciotola... vano tentativo!
Bravi Kokori, bravi come sempre! :)

25 settembre 2006

Dalla Francia: Vichyssoise

Per la mia seconda tappa ho deciso di fare una visitina ai nostri vicini d'oltralpe. Molti di noi italiani (per una sacra guerra che infervora da secoli) siamo "refrattari" alla cucina francese, probabilmente più per principio che per un puro fatto di preferenze gustative, ma devo ammettere che questo piatto merita davvero!
A tutti gli amanti delle patate in tutte le...creme, ecco a voi la Vichyssoise!


Ingredienti per 4 persone:
40g di burro
2 porri grossi (solo la parte bianca)
650g di patate farinose
3 tazze di brodo di carne
300ml di crema di latte
sale
pepe
erba cipollina


Procedimento:
Far sciogliere il burro e dorarvi i porri tagliati sottili per 5min. Aggiungere le patate tritate grossolanamente e il brodo. Quando bolle, coprire e lasciar cuocere 30min circa a fiamma bassa, fino a che le patate saranno tenere.
Togliere dal fuoco e far intiepidire, dopo di che frullare. Aggiungere la panna (conservandone un po' per la guarnizione), il sale e il pepe.
Impiattare, calda o fredda, guarnita con panna ed erba cipollina a pezzetti.


21 settembre 2006

Prima tappa: Marocco & couscous


Per essere la mia prima meta, non sono andata poi nemmeno tanto lontana...

Ingredienti per 6 persone:

per il contorno
:
2 scatole di ceci (o due tazze di ceci secchi da fare ammollare in acqua dal giorno prima)
1 cipolla tritata fine fine
1 stecca di cannella
2 melanzane medie a dadini
3 carote medie a rondelle
3 patate a dadini
una fetta di zucca a dadini
100g di fagiolini tagliati a pezzetti di 5cm circa
2 zucchine a rondelle
1 pomodoro a dadini
2 tazze di acqua bollente
pepe
peperoncino piccante
prezzemolo
coriandolo

per il couscous:
1 tazza di couscous
1 tazza scarsa di acqua bollente
20g di burro



Preparazione:

Appassire la cipolla e la cannella nell'olio. Aggiungere carote e patate e cuocere a fuoco basso per 10min, col coperchio. Mescolare ogni tanto.
Unire zucca, melanzane, pepe, peperoncino e fare insaporire; versare i ceci, i fagiolini, le zucchine e coprire con l'acqua. Solo a fine cottura aggiungere il pomodoro. Cuocere coperto per 15 min, dopo di che guarnire con prezzemolo e coriandolo.
Per il couscous: versare il couscous in una zuppiera e coprirlo con l'acqua bollente e il burro fuso. quando sarà tutto assorbito, cuocere a vapore a fiamma bassa per 5 min.



Arabesque - Linda Celestian

20 settembre 2006

Il giro del mondo in 80...ricette!

Una delle mie più grandi passioni sono i viaggi: viaggi infiniti, viaggi senza meta, oltre le moderne colonne d'Ercole. La mente vola, e sognare ad occhi aperti è una delle cose che so fare meglio! Se solo potessi viaggiare fisicamente tanto quanto con la fantasia, sarei una pioniera di questo mondo e di altri che nemmeno esistono, tra le Geishe nei giardini giapponesi zen e gli Elfi dei boschi. E così, costretta nel cantuccio in cui abitano il mio cuore e la mia variopinta immaginazione, ho deciso di viaggiare assaporando...Da oggi comincio a girare il mondo!

18 settembre 2006

Intenso profumo...Nodini di vitello al pepe verde

Ingredienti:
- 4 nodini di vitello
- 4 cucchiai di pepe verde
- 1,5 dl di brandy
- 1 dl di panna
- burro
- sale

Preparazione:
Pestare 3 cucchiai di pepe verde nel mortaio e passarne la polvere lungo i bordi della carne.
Scaldare una noce abbondante di burro in una padella larga e rosolarvi la carne a fuoco vivo da entrambi i lati. Quando la carne sarà cotta, estrarla dalla padella e tenerla da parte.
Versare il Brandy e farlo flambare. Aggiungere
a poco a poco la panna, i grani di pepe rimasti e un pizzico di sale e lasciar rapprendere.
Versare la salsa sulla carne e servire!

Questa è una variante della ricetta classica col filetto, ma è altrettanto buona sia con i nodini che con le scaloppine! :)

14 settembre 2006

Crostata all'albicocca

Perché cercare complicazioni quando sono le cose più semplici quelle che ci riscaldano il cuore? Semplici come una crostata alla marmellata. So much Love...

Ingredienti:

  • 200g di farina
  • 100g di zucchero
  • 100g di burro
  • 3 tuorli
  • la scorza di un limone
  • 1 vasetto di marmellata a piacere
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di cannella


Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente e lavorarlo con un cucchiaio di legno.

Sulla spianatoia formare una fontana con la farina e lo zucchero; fare un pozzetto e aggiungere la scorza del limone, un pizzico di sale e di cannella, i tuorli e il burro lavorato. Amalgamare tutto lentamente e formare una palla da lasciar riposare al fresco per mezz'ora abbondante coperta da un tovagliolo.

Tirare fuori dal frigo la pasta e stenderla sopra ad un foglio di carta oleata per uno spessore di circa mezzo cm; trasferirla nella teglia. Bucherellare la base e versarvi sopra la marmellata. Con la pasta che avanza formare le decorazioni, in questo caso, tanti cuoricini!!! Ripiegare i bordi della torta.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.

12 settembre 2006

Sushi for 2


Oggi, presa da un attacco famelico, ho aperto il frigo e che cosa ho visto... salmone! un bel filetto di salmone fresco fresco! perchè, mi sono detta, non cogliere l'occasione presentatami per dilettarmi nell'arte della cucina giapponese?
E così, alghe, riso e stuoino di bambù in mano, mi sono rimboccata le maniche...
Sushi per 2
Ingredienti:
  • 180g di riso per sushi
  • 225ml di acqua
  • 1 cucchiaio di aceto di riso
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • tre fogli medio-piccoli di alga nori
  • un filetto di salmone nn troppo grande
  • 1 uovo sbattuto per l'omelette
  • cetriolo
  • un pizzico di sale
  • wasabi a piacere
  • salsa di soia a piacere

Versare in una casseruola l'acqua e il riso e coprire ermeticamente. Cuocere a fuoco medio fino a sentire l'acqua che bolle, quindi abbassare al minimo la fiamma e lasciar cuocere per circa 15 min fiono al completo assorbimento: è importante non alzare il coperchio!

Intanto far scaldare in un pentolino non antiaderente l'aceto, lo zucchero e il sale, fino a che questi ultimi non si saranno sciolti; l'aceto dunque non deve bollire.

Quando il riso sarà pronto, trasferirlo in una ciotola umida e, con il cucchiaio di legno inumidito del composto di aceto, fenderlo per separarne i chicchi. Versare a mano a mano tutto l'aceto e, contemporaneamente, portare il riso a temperatura ambiente sventolandolo con un ventaglio.

Disporre sul bambù il foglio d'alga col lato lucido verso il basso; con le mani umide, formare una palla d riso, e adagiarlo sopra l'alga distribuendolo uniformemente, lasciando però 2 cm di bordo in alto che serviranno per la chiusura del rotolo. Disporre orizzontalmente e a piacere gli ingredienti del ripieno tagliati a listarelle: in questo caso ho creato un rotolo di solo salmone, uno di salmone e cetriolo e uno di salmone e frittata. Chi gradisce, può spalmare del wasabi sul riso.

Arrotolare l'alga aiutandosi col retro dello stuoino di bambù e, appena prima della chiusura, bagnare il bordo dell'alga lasciato libero per far si che si appiccichi bene. Con un coltello molto affilato e inumidito tagliare in sei parti uguali ciascun rotolo.

A questo punto... non resta che mangiare!!!

08 settembre 2006

Here I am!

Ebbene sì, ora posso davvero dire di aver lasciato la mia impronticina sulla sconfinata terra della rete. Su suggerimento (e ispirazione) della mia cara Gaietta, mi do alla scrittura anch’io!!
E così, i miei pensieri e sogni ad occhi aperti fluiranno su queste pagine virtuali come un fiume che rincorre le proprie onde nella piena. E, si sa, prima o poi il fiume giunge al mare...



Related Posts with Thumbnails