28 maggio 2007

Fragole, yogurt e gelato!!!!!!



La scorsa settimana la mia sorellina ha compiuto gli anni (vecchiettaaaaa!!!) e, vista la stagione, le ho regalato una stupenda gelatiera!!!!!
Ovviamente non abbiamo potuto resistere, e, tempo di far raffreddare il disco congelante dell'apparecchio, eravamo già all'opera per gustarci il dolce + estivo che ci sia!
Fortunatamente ci siamo potute arrangiare con quello che avevamo in casa: fragole, yogurt bianco, zucchero e un goccio di panna.
Dopo poco tempo il gelato era pronto, ma non è riuscito a sopravvivere per molto, avendo avuto la "sfortuna" di incontrare un'orda barbarica di famelici assaggiatori!!!!
Insomma, il risultato è stato davvero ottimo, per non parlare della soddisfazione personale di aver preparato un dolce squisitamente buono e soprattutto genuino! W la gelatiera! ^^



Le fragole caramellate e ridotte in purea


17 aprile 2007

Gnocchi con crema di funghi


Era da tanto tempo che non mangiavo gnocchi e, si sa, si mangia bene quando si mangia di tutto...così ho trovato un po' di tempo domenica mattina e ho affondato le manine nell'impasto di patate e farina, facendomi trasportare anche dal delizioso aroma del fungo saltato in padella. che vita sarebbe senza funghi, dico io!!!!
Ingredienti per 4 persone affamate!!!!
per gli gnocchi:
- 1kg di patate
- 250g di farina
- un pizzico di sale
per la salsa:
- 300g di funghi champignon
- 1 spicchio di aglio
- 1 dl di panna
- olio evo
- prezzemolo tritato
- sale e pepe
Lessare le patate con la loro pelle. Quando sono cotte pelarle e passarle allo schiaccia-patate. Fare intiepidire.
Aggiungere a mano a mano la farina setacciata, fino ad ottenere un impasto soffice e un po' poroso.
In una padella scaldare l'olio e farvi soffriggere l'aglio tritato; aggiungere i funghi tagliati a fette non troppo sottili e far rosolare. Aggiungere sale e pepe.
Tenere da parte un cucchiaio di funghi saltati e frullare leggermente il resto; rimettere la crema nella padella e aggiungere la panna e il prezzemolo.
Intanto cuocere gli gnocchi in acqua salata e con un cucchiaio d'olio per evitare che si attacchino.
Scolarli e servire con la crema di funghi!

20 marzo 2007

Torcetti al burro



Mannaggia...
adesso che lavoro non ho più tempo di cucinare spesso come prima! e visto che io preferisco cucinare al mattino alla luce naturale del sole, mi ritrovo a cucinare solo nei week end o nelle occasioni speciali.
questi torcetti al burro infatti non li ho fatti io, ma la mia dolce sorellina, anche lei appassionata di cucina. ma mentre io mi diletto in cucina internazionale a 360°, a lei piace molto di più quella italiana, e soprattutto è molto golosa di dolci... ;)
e queso è il risultato!!


Ingredienti per circa 30 torcetti:

400 g di farina 00
5 g di lievito di birra
150 g di burro morbido
1 pizzico di sale
2 bicchieri d'acqua tiepida
zucchero semolato per ricoprire

Sciogliere il lievito in un bicchiere d'acqua tiepida per circa 20min con un po' di zucchero.
Setacciare la farina e impastarla con lievito, sale, e tanta acqua tiepida quanto basta a formare un impasto simile alla pasta di pane (un bicchiere circa).
Amalgamare il burro morbido aggiungendo farina se l'impasto è un po' bagnato.
Far lievitare al coperto per un'ora.
Formare dei rotolini di 10cm circa e passarli nello zucchero semolato.
Portarli sulla teglia coperta di carta da forno formando la classica forma a goccia e distanziandoli bene tra loro.
Cuocere in forno a 200 c° per circa 30min, o fino a doratura.



05 marzo 2007

Sogno di un pomeriggio di tardo inverno...


Sembra che la primavera sia arrivata fin troppo in anticipo quest'anno: l'aria fresca e ancora invernale si mescola inconfondibilmente a quella tiepida e assolata della bella stagione, in un turbinio di profumi impalpabili, afferrabili non solo dai sensi ma anche dai ricordi che li evocano.



Incerta, come tutti, sulla durata di quest'oasi di temporaneo tepore, mi godo il sole primaverile tra i primi fiori del giardino di casa mia, cogliendone i colori, brillanti della stessa vitalità emanata dalla luce.


Uno scatto veloce anche alla pianta della vicina...



...e alla siepe, non ancora popolata di api e farfalle!

13 febbraio 2007

Dagli Stati Uniti: pancakes allo sciroppo d'acero

L'altro giorno mi è venuta una improvvisa voglia di cucinare qualcosa che non facevo da tanto, e subito mi sono saltati in mente i mitici pancakes. L'idea di quella boccettina di sciroppo d'acero tutta sola soletta nella dispensa non mi confortava, e allora ho deciso di fare come fanno le brave famigliole americane nei fumetti e nei telefilm, quando si preparano pile e pile di queste "crepes" morbide e spugnose, che si inzuppano nello sciroppo ^^.

Ingredienti:

250g di farina
un cuc.no di lievito in polvere
2 cucchiai di zucchero
1 pizzico di sale
2 uova sbattute appena
300ml di latte
60g di burro fuso

In una zuppiera setacciare farina e lievito con zucchero e sale.
Al centro unire le uova il latte e il burro fuso e mescolare fino ad ottenere una pastella omogenea.
Coprire e lasciare riposare per 20min.
Scaldare una pentola dai bordi bassi e non troppo larga e ungerla con un po' di burro.
Versarvi un mestolo di pastella da distribuire fino ai bordi. Far cuocere a fuoco basso per un minuto, dopo di che girarlo.
Trasferire a mano a mano i pancakes su un piatto e coprire con un panno per tenerli al caldo.
Si possono mangiare inzuppati di sciroppo d'acero, con la marmellata, con la mitica nutella o anche con lo zucchero.




07 febbraio 2007

Stelle speziate agli agrumi


Mi tornano a mente le vie della Luna e delle Sole.
Allora una nostalgia a lungo sepolta da altri dolori nel cuore
comincia a destarsi e anch'essa a levare il capo.

Lucrezio




Per chi, come me, è appassionato di cucina sa benissimo che non c'è niente di meglio che preparare biscotti o, come si dice in italiano mooolto corretto, mettersi a biscottare!!
E vai che con il mio mini mattarellino ino-ino di legno mi metto a gettare farina ovunque, perchè la regola vuole che per me finisca più sui pantaloni che sulla spianatoia!!!
se non faccio pasticci non sn contenta ;))
e Gaietta lo sa... ^^


Ingredienti per circa 50 stelline:

100g di burro ammorbidito
125g di zucchero
la scorza grattugiata di 1 limone, di 1 arancia e di 1 lime
1 uovo sbattuto
4 cucchiai di succo di limone
350g di farina
1 cuc.no di lievito in polvere
1 cucchiaio di latte
zenzero e cannella a piacimento


Montare a crema il burro con lo zucchero e le scorze degli agrumi.
Unire l'uovo e il limone a poco a poco, mescolando bene, formando una crema.
Setacciare la farina, il lievito e le spezie ed unire il tutto alla crema aggiungendo anche il latte.
Stendere l'impasto su una superficie infarinata e formare le stelline con la formina.
Far cuocere in forno caldo a 170° per circa 20min.

31 gennaio 2007

Dall'Austria: canederli allo speck in brodo

Finalmente ritorno a dedicarmi ad una delle mie grandi passioni...la cucinaaaaaa!!!! Questa è la prima volta che cucino dall'inizio del nuovo anno, vergogna vergogna Alice, ma non ho alcuna intenzione di fermarmi, no no!

E quindi, ricettario alla mano, mi sono gettata sulla cucina austriaca stavolta, in una delle ricette che più preferisco, i canederli allo speck in brodo! Ogni volta che vado in Austria non manco mai di mangiarli al ristorante, e mi ricordano tanto le vacanze che facevo in montagna coi miei quando ero più piccola...incredibile come gli odori e i sapori ci riportino al passato e risveglino memorie magari sopite in un cantuccio...

I canederli allo speck in brodo sono la mia versione preferita, ma, per chi non lo sapesse, si possono anche fare al formaggio e inondati da una cascata di burro, giusto per far gioire le coronarie!!

Ecco la ricettina!



Ingredienti per circa 12 canederli:

200g di pane raffermo

1l di brodo di carne

20g di burro

maggiorana

80g di speck in una sola fetta

1 cipolla piccola

1 uovo

1 mazzetto di erba cipollina

noce moscata

50g di farina

sale e pepe

latte



tagliare il pane a cubetti e coprirlo di latte. fare ammorbidire per circa 2 ore: il pane deve essere spugnoso ma non troppo zuppo.

tritare speck e cipolla. tagliuzzare le erbe aromatiche separatamente.

fate appassire a fuoco dolce la cipolla col burro e metterla in una terrina; aggiungere speck, pane, farina, l'uovo, un po' di erba cipollina, noce moscata, quindi salare e pepare.

con le mani umide formare i canederli (del diametro di circa 4cm) e bollirli in acqua salata per circa 7 minuti.

scolarli e versarli nel brodo insaporito col resto dell'erba cipollina e la maggiorana.


03 gennaio 2007

Buon 2007!!!


Eccoci qua, quasi giunti alla fine di queste feste natalizie. Lo so, lo so...è passato molto tempo dal mio ultimo post, ma per me è difficile sedermi al computer quando pacchetti, fiocchi dorati e biscotti caldi mi chiamano!!!

Eppure ancora adesso mi sento avvolta in quella sorta di limbo nel quale galleggio in quei giorni che precedono e seguono il Natale: saranno i regalini che richiamano la mia attenzione ovunque nella mia stanza; sarà la possente presenza del mio “pataccoso” albero di natale alto 2 metri che proprio non ne vuol sapere di lasciare il salotto (e meglio così...); sarà il magico profumo speziato di zenzero, cannella e arancia che bruciano nelle infusiere, ricordando tanto i biscotti natalizi; saranno le luminarie che ancora lampeggiano attorno alle terrazze e tra un palazzo e l'altro delle strade augurando a tutti un “Buon Natale”...e, nonostante questo felice giorno sia passato da più di una settimana, i Babbi Natale in veste di scalatori di balconi sono ancora lì...

L'unica nota dissonante in tutto ciò sembra essere il cielo: non è buio, né bianco, né giallo carico di neve come tutti potrebbero sperare in questo periodo, ma azzurro e limpido, e il vento fa da padrone, come in una fresca giornata di primavera passata in montagna.

Ora non ci resta altro che aspettare l'arrivo della donnina a cavallo di scopa, carica di dolcetti di ogni forma, gusto e colore per tutti (ma siamo stati tutti buoni?? certo che sì...).

Anche se l'anno nuovo è cominciato da già tre giorni, voglio augurare a tutti un buon inizio e non solo: spero con tutto il cuore che d'ora in poi i giorni trascorrano sempre + felici per tutti quanti, e lasciamoci alle spalle tutto ciò che di brutto ci può essere capitato durante lo scorso anno, tenendo a memoria le lezioni da imparare, ma cancellando le cicatrici con i bei ricordi, che sono ciò che di più prezioso possediamo.


Un bacione!!!


Alice



Related Posts with Thumbnails