31 gennaio 2007

Dall'Austria: canederli allo speck in brodo

Finalmente ritorno a dedicarmi ad una delle mie grandi passioni...la cucinaaaaaa!!!! Questa è la prima volta che cucino dall'inizio del nuovo anno, vergogna vergogna Alice, ma non ho alcuna intenzione di fermarmi, no no!

E quindi, ricettario alla mano, mi sono gettata sulla cucina austriaca stavolta, in una delle ricette che più preferisco, i canederli allo speck in brodo! Ogni volta che vado in Austria non manco mai di mangiarli al ristorante, e mi ricordano tanto le vacanze che facevo in montagna coi miei quando ero più piccola...incredibile come gli odori e i sapori ci riportino al passato e risveglino memorie magari sopite in un cantuccio...

I canederli allo speck in brodo sono la mia versione preferita, ma, per chi non lo sapesse, si possono anche fare al formaggio e inondati da una cascata di burro, giusto per far gioire le coronarie!!

Ecco la ricettina!



Ingredienti per circa 12 canederli:

200g di pane raffermo

1l di brodo di carne

20g di burro

maggiorana

80g di speck in una sola fetta

1 cipolla piccola

1 uovo

1 mazzetto di erba cipollina

noce moscata

50g di farina

sale e pepe

latte



tagliare il pane a cubetti e coprirlo di latte. fare ammorbidire per circa 2 ore: il pane deve essere spugnoso ma non troppo zuppo.

tritare speck e cipolla. tagliuzzare le erbe aromatiche separatamente.

fate appassire a fuoco dolce la cipolla col burro e metterla in una terrina; aggiungere speck, pane, farina, l'uovo, un po' di erba cipollina, noce moscata, quindi salare e pepare.

con le mani umide formare i canederli (del diametro di circa 4cm) e bollirli in acqua salata per circa 7 minuti.

scolarli e versarli nel brodo insaporito col resto dell'erba cipollina e la maggiorana.


03 gennaio 2007

Buon 2007!!!


Eccoci qua, quasi giunti alla fine di queste feste natalizie. Lo so, lo so...è passato molto tempo dal mio ultimo post, ma per me è difficile sedermi al computer quando pacchetti, fiocchi dorati e biscotti caldi mi chiamano!!!

Eppure ancora adesso mi sento avvolta in quella sorta di limbo nel quale galleggio in quei giorni che precedono e seguono il Natale: saranno i regalini che richiamano la mia attenzione ovunque nella mia stanza; sarà la possente presenza del mio “pataccoso” albero di natale alto 2 metri che proprio non ne vuol sapere di lasciare il salotto (e meglio così...); sarà il magico profumo speziato di zenzero, cannella e arancia che bruciano nelle infusiere, ricordando tanto i biscotti natalizi; saranno le luminarie che ancora lampeggiano attorno alle terrazze e tra un palazzo e l'altro delle strade augurando a tutti un “Buon Natale”...e, nonostante questo felice giorno sia passato da più di una settimana, i Babbi Natale in veste di scalatori di balconi sono ancora lì...

L'unica nota dissonante in tutto ciò sembra essere il cielo: non è buio, né bianco, né giallo carico di neve come tutti potrebbero sperare in questo periodo, ma azzurro e limpido, e il vento fa da padrone, come in una fresca giornata di primavera passata in montagna.

Ora non ci resta altro che aspettare l'arrivo della donnina a cavallo di scopa, carica di dolcetti di ogni forma, gusto e colore per tutti (ma siamo stati tutti buoni?? certo che sì...).

Anche se l'anno nuovo è cominciato da già tre giorni, voglio augurare a tutti un buon inizio e non solo: spero con tutto il cuore che d'ora in poi i giorni trascorrano sempre + felici per tutti quanti, e lasciamoci alle spalle tutto ciò che di brutto ci può essere capitato durante lo scorso anno, tenendo a memoria le lezioni da imparare, ma cancellando le cicatrici con i bei ricordi, che sono ciò che di più prezioso possediamo.


Un bacione!!!


Alice



Related Posts with Thumbnails