29 ottobre 2010

Una giornata speciale :)


Vi ricordate di lui? Il mio intrepido e sognatore ovetto con la piuma sulla testa?
Beh, grazie a lui ho passato una splendida giornata ieri all'Atelier dei Sapori di Milano. Essendo stata estratta tra le tre vincitrici del contest "Impiatta e scatta", mi sono goduta un corso di cucina a base di pesce (e dessert, ovvio!) ma soprattutto una fantastica giornata in buona compagnia.
A turno abbiamo preparato una pietanza del menù insieme alle cuoche Cristina e Patrizia.
Il tutto organizzato da quella fantastica donnina che è Sonia con l'aiuto di Alessandra e in collaborazione con Angelo Parodi, storico produttore genovese di tonno, sardine e sgombri sott'olio.


Ecco Sonia lanciatissima nel reportage :)
Ci siamo divertite un mondo a farci le foto di nascosto!


E la fantastica Jasmine, anche lei vincitrice del concorso! La paparazzata mi è venuta un po' mossa..upsss :P




Fumetto in preparazione...


E lei è Giorgia, altra vincitrice del concorso e, per me, una nuova amicizia ;)
Lei si è occupata dell'antipasto, preparando una golosissima insalata di pollo e granchio con salsa tonnata, il tutto su un freschissimo letto di lattuga..che fame! Purtroppo mi è sfuggita e non ho fatto la foto...ragazzeeeee rimediate voi!!


Ecco Manuel, ovvero Mr. Labna (nonchè unico uomo della giornata :P) mentre scotta il pesce per la portata principale, un timballo di pasta fresca con sogliole e gamberi al curry, veramente ottimo!


Di questo la foto c'è :P
Invitante, vero?


E, secondo voi, potevo forse non fare il dolce io??
Ecco qui la mousse all'ananas, che presto rifarò a casa :P (come da promessa!)




In più, a sorpresa, guardate qua che bei regali ci hanno portato da Genova! Un assortimento di tonno, sgombro e sardine (anche piccanti!!!) e...



...queste fantastiche cartoline personalizzate con le nostre ricetteeee!!!! Sul retro c'è tanto di ricettina :P
Grazie mille della compagnia, è stata una giornata splendida! :D
A presto!

25 ottobre 2010

La semplicità che conquista


Sarà pur vero che io amo i fronzolini, le decorazioni e i vezzi nei dolci.
Sarà pur vero che macarons, cupcakes e una bella fetta di sacher con la panna sono un irresistibile richiamo per me e le mie papille quando ho voglia di calorie.
Ma è pur vero che spesso la bontà risiede nella ricerca della semplicità.
Il pane appena sfornato spalmato col burro; un bicchiere di latte caldo prima di andare a letto dopo una giornata pesante (magari con il biscotto preferito da sempre pronto all'inzuppo...); un tocchetto di formaggio su cui cola un goccio di composta di frutta; la gioia di affondare il cucchiaino in una calda crema che riscalda con il profumo delle sue spezie.

Questo dolce è di una semplicità estrema, nonchè molto veloce da fare. Inoltre si può gustare sia freddo che caldo. A mio parere, a caldo le spezie rendono molto di più :)



CREMA SPEZIATA CON CHIPS DI MELE CARAMELLATE


Ingredienti per 4 porzioni:

Per la crema:
110g di latte intero
50g di panna fresca
2 tuorli a temperatura ambiente
10g di amido di mais
40g di zucchero di canna
8/10 semi di cardamomo
2 cucchiaini di zenzero
2 cucchiaini di cannella
 
Per la guarnizione:
6 biscotti
1 mela piccola (io ho usato la stark)
zucchero di canna qb

- Affettare sottilmente una mela con la buccia e metterla su una teglia cosparsa di zucchero di canna, in questo modo:


- Infornare a 180°C per circa mezz'ora o fino a che le fette di mela non si sono asciugate e caramellate.
- Scaldare la panna e il latte e portarli ad ebollizione con le spezie (il cardamomo va schiacciato fino a farlo aprire). Lasciare in infusione circa 15 minuti e poi filtrare.
- Montare i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare chiari e spumosi e aggiungere poi l'amido sempre montando.
- Aggiungere i tuorli montati al latte filtrato, e mescolare bene con una frusta.
- Scaldare fino a quando la crema comincia a bollire e continuare a mescolare per evitare che si attacchi. Far passare 1 minuto dall'ebollizione, dopo di che spegnere il fuoco.
- Versare la crema in una ciotola e coprirla con la pellicola trasparente (senza pvc) facendola aderire alla crema per evitare che si solidifichi troppo in superficie. Si può così porre in frigorifero a raffreddare; chi la preferisse calda (yummm...) può direttamente saltare questo passaggio.
- Sbriciolare i biscotti e metterne un po' sul fondo dei bicchierini, lasciandone da parte un cucchiaino per ogni bicchierino. Questi serviranno per la guarnizione finale (in pratica, per ogni porzione si usano un biscotto per il fondo, e mezzo per il top).
- Versare la crema nei bicchierini e guarnire infine con le chips di mela e i biscotti.

P.s.: la crema è molto morbida. Per ottenere una consistenza più corposa basta raddoppiare la dose di uova e di zucchero necessario a montarle (io volevo stare un po' più leggera...per quanto possibile :P )


Con questa ricetta partecipo al contest di About Food :)


Ne approfitto anche per ricordarvi del contest Swirl me up sui cupcakes che io e Gaia abbiamo inaugurato...forza gente, manca un mesetto! Vi aspettiamo!


21 ottobre 2010

Il mio sweet moment



Ci sono dei giorni (sinceramente a me capita sempre...) in cui pensi: "ci starebbe bene un bel dolcino".
Ma qui non si parla di un dolcino qualsiasi, no, ma di quello che ti manda al settimo cielo, in un'estasi di sapori, quello che cerchi e ricerchi, il tuo chiodo fisso, per il quale rischieresti un coma glicemico pur di assaggiare ancora una volta.
E ogni volta ti dici che è sempre l'ultima, ma alla fine ci ricaschi sempre...
Quando allora ho visto questo contest Sweet moments del Gatto Ghiotto sono stata praticamente illuminata.
Insomma, qui si parla di quei momenti di pura felicità che solo la propria delizia preferita sa regalare.
Sì, perchè qual è quel dolcino per il quale sarei capace di fare le follie più inaudite degne delle ragazzine in prima fila ai concerti delle boybands?
Il Macaron (sì, con la M maiuscola, perchè io lo divinizzo).

Molti mi chiedono: ma che c'è di speciale in questo macaron??!!
Bando alla moda, se qualcosa mi piace, mi piace e basta. Fatto sta che non saprei nemmeno trovare un motivo valido per questo mio amore smisurato; forse è il fatto che non sia una semplice meringa ma che nasconda quell'aroma di mandorla che a me fa girare la testa; oppure che da un bon bon così a prima vista ti aspetti tutt'altro, ma poi quando lo addenti arriva quel sottile crock seguito dal diffondersi della crema più squisita di cui nemmeno i tuoi sensi possono sospettare; o forse ancora sono tutti quei colori, quei profumi e la versatilità che fanno di questo pasticcino un vero e proprio gioco per la creatività di chi lo crea.

Ora basta con le parole...gustiamo...




CAPPUCCINO MACARONS

Nota: per la farcia volevo utilizzare solo cioccolato bianco e caffè, per essere più coerente con il cappuccino, ma qualche topino deve aver attinto alla mia scorta personale...lasciandomi con meno di mezza tavoletta di cioccolato bianco...
Così sono di sicuro meno dolci, ma altrettanto buoni :D

Ingredienti per 20 macarons circa

Per i gusci:
2 albumi "vecchi" di 3 giorni
80g mandorle
120g zucchero a velo
50g zucchero (consiglio lo Zefiro)
cacao di copertura

Per la farcia:
45g di cioccolato bianco
70g di cioccolato fondente al 50% (o altri 70g di cioccolato bianco in aggiunta ai 45g di prima)
3 cucchiaini di caffè solubile
75g di panna fresca

- Tritare molto bene le mandorle aggiungendo mano a mano lo zucchero a velo un cucchiaio alla volta . Setacciare poi la polvere ottenuta in una ciotola.
- Montare gli albumi con un pizzico di sale aggiungendo lo zucchero semolato in 3 parti per formare una meringa ben ferma.
- Aggiungere alla meringa il mix di mandorle+zucchero a velo e mescolare cautamente dall'alto verso il basso per non smontare il composto.
- Versare in una tasca da pasticceria con la punta tonda liscia e abbastanza grande (circa 1 cm).
- Formare sulla carta da forno i macarons ben distaccati perchè poi si espandono e lasciarli riposare all'aria per circa 30 min.
- Infornare per 15 min circa a 150°C su una teglia appoggiata su un'altra teglia da forno per avere un doppio fondo (questo serve per avere l'impatto di calore e far formare la classica coroncina del macaron) e lasciar raffreddare completamente prima di staccarli.
- Per la farcia, spezzettare finemente in una giotola i due tipi di cioccolato (o solo quello bianco), far scaldare bene la panna col caffè solubile e aggiungerla al cioccolato, mescolando delicatamente per amalgamare.
- Farcire poi i gusci, uno si e uno no, una volta freddi e poi unirli.
- Spolverizzare con del cacao la superficie.



18 ottobre 2010

Un brindisi in rosa...


...per la donna.
E per tutti quelli che credono che le donne siano splendidamente complicate.
Per tutti quelli che sanno sorridere quando una donna cambia umore in un nano secondo.
Per le donne che crescono le loro famiglie con più amore di quanto si possa mai immaginare.
Per quelle che si emozionano anche con il più piccolo gesto inaspettato.
Per le romantiche e le intraprendenti, le indifese e le toste, le soggiogate e le attiviste.
Per le mamme, le nonne, le figlie, le fidanzate e le single; le casalinghe, le impiegate, le operaie e le manager in carriera.
Insomma, per quello splendido cromosoma X che ci distingue dall'altra metà del popolo di questo pianeta.

Abbiamo scelto una giornata in questo mese tutto rosa come stendardo per la prevenzione contro il tumore al seno, perchè anche la donna merita di essere protetta come un patrimonio.

www.nastrorosa.it



MOUSSE DI LAMPONI A SORPRESA CON ASPIC DI MOSCATO

Ingredienti per 4 porzioni

Per l'aspic di Moscato:
200ml di Moscato
40g di glucosio (in alternativa, miele)
8g di colla di pesce
12 lamponi

Per la mousse di lampone:
250g di lamponi
200ml di panna
4 cucchiai di zucchero  semolato
4 cucchiai di zucchero a velo
2 fogli di colla di pesce

Per lo gelée ai lamponi:
100g di lamponi
3g di colla di pesce
45g di zucchero

- Preparare l'aspic di Moscato facendo sciogliere in un pentolino il glucosio. 
- Una volta liquido, aggiungere la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata. Mescolare bene e unire poi il Moscato, continuando a mescolare fino a intiepidire.
- Versare negli stampi insieme a 3 lamponi per porzione e porre in frigo.
- Per preparare lo gelèè, mettere a mollo la colla di pesce sempre in acqua fredda, frullare i lamponi con lo zucchero, passarli al setaccio e scaldarne una parte in un pentolino. Una volta caldo, scioglierci la colla di pesce, mescolare bene e aggiungere la parte rimanente di polpa.
- Versare in un piccolo stampo fino ad arrivare ad un'altezza di circa 2 cm e mettere in frigo.
- Frullare i lamponi per la mousse con lo zucchero semolato e setacciarne la polpa. Come per lo gelée, scaldarne una parte e unirvi la colla di pesce ammollata in acqua fredda. Unire poi la restante polpa e mescolare bene.
- Semi-montare con lo zucchero a velo la panna, unirvi la polpa di lampone intiepidita mescolando e dividerla in due parti.
- Ritirare gli stampini con il moscato da frigo e versarvi una metà di mousse a formare un primo strato, porre di nuovo in frigo (l'altra metà di mousse va tenuta fuori dal frigo).
- Quando la mousse sarà solidificata, sformare lo gelée e dividerlo in 4 parti. Adagiarlo sul primo strato di mousse e versarci sopra un secondo strato fino a ricoprire tutto.
- Far raffreddare e gustare!


16 ottobre 2010

World bread day 2010!!!



E' la prima volta che partecipo a questo evento che è stato inaugurato ormai per il quinto anno.
Diciamocela tutta, il pane è sacro, proprio come le mamme, i papà e i nonni che tanto ci vogliono bene.
E come tale non poteva non meritare anche lui la sua giornata di celebrazione mondiale, perchè, da che l'uomo ha cominciato a metter sul "fornello" qualcosa che non fosse un premio di caccia arrosto, ne è nato il pane.
Sarà pur vero che siamo animali essenzialmente onnivori (al di là delle scelte personali di seguire altre filosofie alimentari), ma non si può negare che la base del nostro funzionare, il nostro carburante, sono proprio i carboidrati, quegli zuccheri che ci fanno girare le rotelle della testolina e ci spingono i muscoli.

E poi, anatomia a parte, c'è forse un profumo più confortante, accogliente e rigenerante del pane fresco di forno? Il pane sa di casa...
Io non mi ritengo una grande panificatrice perchè amo molto di più lanciarmi sul dolce, ma sinceramente solo a sentire il profumo di malto, lievito e farina che interagiscono tra di loro, beh impazzisco!

Ho cominciato ad impastare ieri sera ed ho finito poche ore fa (ho anche dormito nel frattempo, eh?!), giusto il tempo delle foto e del post, e già da sveglia sentivo il profumo del malto e dello zucchero di canna aleggiare per casa (Roby non sentiva niente...spero di non avere le fisse mentali!)

Allora, chi vuole fare merenda con me?


PAN BRIOCHE INTEGRALE CON NOCI E CANNELLA

Ho preso ispirazione dalla Paoletta nazionale, poi ho modificato le dosi perchè (accipicchia!) la farina integrale è una grande ubriacona!!! :P


Ingredienti per un pan brioche formato plumcake:


75g farina 00
150g manitoba
150g farina integrale
75g burro morbido a pezzetti
75g di zucchero di canna
1 uovo e un tuorlo
2 cucchiai di latte tiepido
75g di acqua tiepida
5g di sale
7.5g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di malto
2 cucchiaini di cannella
7 gherigli di noce tritati grossolanamente
latte per spennellare

- Mescolare le farine tra di loro e setacciarle
- Nell'acqua tiepida mescolare il malto e il lievito
- Preparare un lievitino mescolando l'acqua+malto+lievito a 115g del mix di farine. Impastare formando una palla e far lievitare per circa mezz'oretta.
- Versare il lievitino nella planetaria con 2 cucchiai di mix di farine e impastare a velocità minima (io ho usato il gancio).
- Aggiungere un tuorlo e far assorbire e aggiungere poi due cucchiai di zucchero.
- Far assorbire bene e aggiungere due cucchiai di farina.
- Aggiungere l'uovo intero e tutto lo zucchero rimanente e far amalgamare bene. Unire poi la farina a mano a mano e, quando si asciuga un po' troppo, alternare con un cucchiaio di latte alla volta.
- Aggiungere il sale e aumentare la velocità per fare incordare.
- Unire poi la cannella e le noci e, poco a poco, il burro, facendolo assorbire dopo ciascuna aggiunta.
- Aumentare ancora la velocità fino ad ottenere un composto liscio, teso, che non si spezza e che si stacca bene dalle pareti della planetaria.
- Fare una palla e metterlo in un contenitore chiuso, lasciarlo fuori dal frigo per 40 minuti, e poi in frigo per la notte (io ho fatto 9 ore) a 6°C.
- Trascorso questo tempo tirarlo fuori dal frigo e stemperarlo a temperatura ambiente per mezz'ora.
- Dividere l'impasto in 4 palle uguali, porle sulla spianatoia con un po' di farina ed eseguire il secondo tipo di pieghe (tipo a fagotto!)
- Foderare lo stampo da plum cake con la carta da forno e posizionare gli impasti uno di fianco all'altro. Lasciur lievitare in forno caldo a 30° per un'oretta.
- Ungere un coltello con la lama liscia con del burro, e tagliare la superficie del pane per il lungo in questo modo:

- Portare il forno a 180°C, spennellare la superficie con del latte e infornare per 35 minuti circa. Non fidatevi tanto del colore perchè la farina integrale è già scura di suo, e il pan brioche pure, quindi quando siete vicini alla cottura fate la prova stecchino.



PS: ci tenevo a informarvi che il mio soufflè è stato eletto tra i tre vincitori del contest della Parodi...yeeeeeeeeeeeeeee!!!!

11 ottobre 2010

Swirl me Up!!!


Swirl it up!

Buongiorno care/i foodbloggers e visitatori!

Io e Gaia abbiamo deciso di condividere con voi la nostra passione per i cupcakes, per la pasticceria, per le decorazioni e quell’ingrediente speciale ed essenziale che si chiama amicizia.

La nostra amicizia è nata sui banchi di scuola e in questi ultimi 14 anni l’abbiamo coccolata e cresciuta giorno dopo giorno tanto da arrivare ad essere vicine come due sorelle; proprio come due sorelle abbiamo gusti e amori complementari come quello per la cucina, per i dolci, per la gioia di spignattare insieme e diametralmente opposti come per le scarpe!

Con voi abbiamo pensato di dare sfogo alla fantasia coinvolgendovi in un contest tutto dedicato ai cupcakes: piccoli pasticcini che conoscete benissimo e che si prestano ad essere creati e decorati secondo il più sfrenato gusto, proprio per questo noi abbiamo pensato di inaugurare la "foodblog cooking session” con due ricettine studiate ad hoc e molto personali:

Questi cupcakes confettosi alle more e ribes rossi sono un trionfo di dolcezza e freschezza insieme, mentre Gaia non poteva non cimentarsi nel suo ingrediente preferito da sempre, il cioccolato (cacaoinomane....)! Andate un po' a sbirciare...

Le regole del contest:

-Per partecipare è necessario creare una ricetta corredata di foto di cupcakes a vostro piacimento, inserire l'immagine del contest (anche tra i banner del vostro blog, se vi fa piacere :) ) e lasciare un commento con il link della ricetta e del vostro blog o su Shake&Bake o su FoodCouture.


- EDIT Per garantire la stessa opportunità di vincita a tutti quanti, chiediamo UNA sola ricetta, possibilmente creata appositamente per il contest :)   

-Anche chi non ha un blog può partecipare: basta inviare una email con ricetta e foto a swirlitup@hotmail.com

-Abbiamo messo in palio per voi un delizioso mini kit per realizzare questi dolcini paradisiaci...

-Avrete tempo fino al 25 novembre per postare le vostre ricette e i vostri link.

-Il 30 novembre pubblicheremo il nome del vincitore che sarà scelto assolutamente a caso con un generatore numerico (questo per non dare preferenze a nessuno)

-Contatteremo il vincitore tramite mail per poter poi spedire il kit.

Aspettiamo con ansia le vostre pubblicazioni...buon contest a tutti!!!



CUPCAKES MORA E RIBES ROSSO

Ingredienti per 12 cupcakes:
112 g di farina
112 g di zucchero
90g di burro leggermente salato morbido a tocchetti
mezza bustina di lievito per dolci
2 uova a temperatura ambiente
una vaschetta di ribes rossi
un cucchiaio di farina per i ribes
Per la copertura vedere questa splendida ganache alle more, fatta sempre dalla mia Gaietta.

- Impastare insieme a media velocità la farina setacciata, lo zucchero, il lievito e il burro. 
- Aggiungere le uova una alla volta e continuare a mescolare fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.
- Lavare i ribes e infarinarli leggermente, unirli poi all'impasto mescolando delicatamente.
- Versare nella teglia per muffin negli appositi pirottini, ricoprendoli per circa metà della capacità.
- Cuocere a 175°C per circa 15 minuti.
- Prima di procedere alla decorazione, lasciar raffreddare completamente.
- Per decorare con questa ganache consiglio di usare una spatola, è piuttosto morbida :)


PARTECIPANTI

1 - "Ghirlanda di Popcorn" di Silvia - Cupcakes al limone con top di panna
2 - "White Dark Milk Chocolate" di Marzia - Fantasia di cupcakes 
3 - "American Pie...e dintorni" di Kat - Cupcakes vaniglia&cioccolato
4 - "Puntini puntini...& puntine" di Federica - Cup Cake
5 - "La zuppa di bottoni" di Fabiana - Cupcakes da paura! 
6 - "Mangiare che Passione" di Alberto - Due cupcakes davvero speciali! 
7 - "Pasticci e Pastrocchi" di Claudia - Cheesecake cupcake
8 - "Il gaio mondo di Gaia" di Gaia - Salt cupcakes al pistacchio
9 - "Cookagna" - Chocolate cupcakes e cream cheese frosting verde acqua
10 - "Panna cioccolato e fantasia" di Francesca - Cupcakes alla vaniglia 
11 - "Biscotti rosa e tralala" di Aurore - Il cupcake che viene da Marte 
12 - "La Susina on the rocks" di Susanna - Cupcakes alla vaniglia con gocce di cioccolato e frosting al cacao 
13 - "Dolcetti d'oltre oceano" di Nicole - Cupcakes burro d'arachidi con frosting alle fragole 
14 - "Dolci e Cioccolato" di Sgt. Pepper - Cupcakes fioriti 
15 - "Noi due in cucina" di Stefy&Rosy - Cupcake arcobaleno
16 - "Zibaldone culinario" di Elena - Cupcakes all'albicocca
17 - "Il Gatto ghiotto" di Ambra - Cupcakes per l'aperitivo
18 - "Il ricettario di Cinzia" di Cinzia - Cupcakes bianchi e neri 
19 - "SOS Torta" di Cey - Cupcakes alla maniera dei brownies con frosting al burro d'arachidi
20 - "A tutta cucina" di Speedy70 - Cupcakes al caffè e panna acida
21 - "Basta un soffio di vento" di Antonella - Brown&pink cupcakes 
22 - "Oggi pane e salame, domani..." di Sunflowers8 - Cupcakes al pistacchio da leccarsi le dita 
23 - "Semplicemente pepe rosa" di Carolina - Lemon cupcakes
24 - "L'ora del Tea" di Federica - Nutella cupcake
25 - "Di Lisa e altre ricette" di Lisa - Cupcakes
26 - "Il pomodoro rosso" di Cleare - Cupcakes al cioccolato 
27 - "Zenzero e Cannella" di Pip - Cupcakes di castagne con frosting al cioccolato e marrons glacés 
28 - "Un Kilo di ricette" di Kristel - Cupcakes simil foresta nera
29 - "Acquolina" di Francesca - Vanilla cupcakes
30 - "Tentar non nuoce" di Serena - Cupcakes alla melagrana
31 - "Dolcissimi dolcetti" di Gloria - Cupcakes rosa per tutte le donne
32 - "Valevanilla" di Valentina - Choco mountain cupcakes
33 - "Fragola e zafferano" di Serena - Sacher cupcakes
34 - "Ricette di cucina" di Alessia - Cupcakes all'amaretto
35 - "La coccinella golosa" - Cupcakes con filling al limone e frosting di meringa svizzera 
36 - "Juls' kitchen" di Giulia - Cupcakes al cacao olandese
37 - "Amaradolcezza" di Giulia - Cupcakes alla banana con frosting di ricotta e cioccolato bianco
38 - "Anemone's corner" di Mari - Cupcakes alla zucca con frosting al mascarpone
39 - "The queen of chocolate" di Valentina - Cupcakes al cioccolato e crema al pistacchio
40 - "Pensieri e delizie" di Francesca - Cupcakes al cappuccino 
41 - "La patata in giacchetta" di Gaia - Tiramisù cupcakes 
42 - "The culinary taste" di Rita - Cupcakes alla lavanda e mandorle 
43 - "Lavanda in terrazza" di Gloria - Cupcakes pere e cioccolato con copertura goduriosa 
44 - "La casetta delle pesche" di Carola - Cupcakes e origami 
45 - "Sweet and country" di Elisa - Christmas cupcakes 
46 - "Zucchero e Farina" - Cupcakes alla Nutella
47 - "Pappa e cicci" di Katia - Cupcakes alla vaniglia con frosting di caramello al burro salato
48 - "Sonia nel paese delle stoviglie" di Sonia - Tortine con farro e cuore di marmellata
49 - "Cappuccino and cornetto" di Cranberry - Regine nere
50 - "Segni evidenti" di Alessandro - Cupcakes mini Sacher
51 - "Casca a fagiolo" di Valentinute - Cupcakes integrali all'arancia e mandorle
52 - "The walrus" - Vegan cupcake zenzero e cannella
53 - "Una zebra a pois" di Alessandra - Cupcakes al limone e rosmarino con frosting al mirtillo
54 - "Easy to eat" di Sibilla - Brownie cupcakes di Martha Stewart
55 - Romina (via email) - Cupcakes al kiwi
56 - Antonietta (via email) - Cupcakes al pistacchio

CONTEST CHIUSO!

08 ottobre 2010

Mi sono montata la testa

 
Sì, perchè da agosto in casa mia faccio entrare solo VIP, ovvero: virus, infiammazioni e parassiti.

E tutto è cominciato al ritorno delle vacanze quando il mio organismo ha deciso che era ora che anche i miei anticorpi andassero in ferie sbattendoli fuori da non so che orefizio (preferirei non saperlo...) e vietando loro di tornare per un bel po'. 
Non so voi, ma io al supermercato non li riesco a trovare.
E da quel dì (della serie: fuori il gatto, i topi ballano) si organizzano feste e festini a base di cocktails di farmaci, una vera frenesia delirante. Come ospiti d'onore si sono susseguiti a ruota: allergia da polline, un piede sifulino mezzo zoppo, labirintite, ciclo e ora una febbricitante sinusite, giusto in tempo per finire la settimana in bellezza.

Quindi, cari miei, con tutti questi vip in giro mi monto un po' la testa e vi monto pure la frolla!!!

FROLLA MONTATA (vista su Croce e delizia)

Ingredienti (per due teglie di biscotti):

175gr di burro morbido
90g di zucchero a velo vanigliato
1 uovo a temperatura ambiente
250g di farina
1 pizzico di sale
la scorza di mezzo limone
granella di zucchero o altro per decorare

- Montare il burro con lo zucchero e la scorza di limone.
- Sempre montando aggiungere anche l'uovo e amalgamare bene
- Aggiungere la farina setacciata un po' alla volta mescolando con una spatola fino ad ottenere un composto morbido
- Riempire una sacca e formare i biscotti sulla teglia coperta da carta da forno.
- Mettere in frigo la teglia in frigo per almeno 30 minuti e poi infornare a 180°C per 10 minuti circa o fino a doratura
- Gli zuccherini vanno messi prima di infornare.


04 ottobre 2010

Tiratemi su!!!


Io farei una proposta.
Propongo l'invenzione di un cartello per tutte le donne "in quel periodo", un cartello che le giustifichi dal bisogno di lanciare bombe a mano e granate a frammentazione a qualsiasi oggetto/persona dia loro fastidio in quel momento e che possa fare loro da esenzione da qualunque danno collaterale: non voluto, ma assolutamente  voluto. 

La lista è lunga: guarda caso per strada i soliti imbranati che non sanno guidare sono ancora più imbranati, tutto sembra andare al rallentatore mentre corri per prendere la metropolitana che puntualmente perderai perchè qualche rimbambito s'è piazzato davanti alle porte impedendoti di salire e, per finire in bellezza, un gruppo corredato di mamme con passeggini e allargata figliolanza in bicicletta ha deciso di tenere un meeting da G8 sul marciapiede largo 80 cm. Allora decidi di sconfinare sulla pista ciclabile perchè tanto è inutile, quelle non sentono neanche vagamente il tuo "permesso" gridato al massimo dello sforzo di una pressione sanguigna da 60-90. Il piedino sifulo azzarda la mossa sul terreno degli stradisti su due ruote ed ecco che subito parte l'insulto milanese gridato con la ferocia di un agente di borsa all'attacco.
Forse pensi che la strada migliore sia rimanere sul marciapiede (dopo tutto, è stata invasione di campo)...troppo tardi Alice, perchè c'è subito un ciclista che ha deciso che la pista ciclabile evidentemente non ha un colore abbastanza fashion o forse la strada è per le mammolette che hanno paura dei vigili e che vogliono seguire le regole o forse ancora è meglio stirare un pedone che essere stirati dal tram 14. Magari il Jumbo, quello verde che sembra un bruco e che ti fa inciampare ad ogni frenata.
E per concludere la giornata tra pentole cadute e cene andate male, ti becchi pure un "eh, ma come sei nervosa oggi" dal fidanzato.
E allora...tiratemi su!!!



TIRAMISU LEGGERO CIOCCOLATO E PERA

Ingredienti per 4 monoporzioni

savoiardi (io ne ho usato uno per porzione, servono solo per lo strato inferiore)
250g ricotta vaccina fresca morbida
100g di zucchero
100ml di latte 
2 cucchiai di cacao per il latte
2 cucchiai di cacao per la ricotta
una pera dolce matura
codette di cioccolato (o gocce, pezzetti ecc...)
cacao per decorare

- In un pentolino, scaldare il latte con il cacao, mescolando per sciogliere eventuali grumi
- Pucciare i savoiardi nel latte e cacao e adagiarli sul fondo degli stampi

- Montare la ricotta con lo zucchero. Tenerne a parte metà e aggiungerci il cacao mescolando bene.
- Versare la ricotta al cacao sui savoiardi.
- Pulire una pera, tagliarla a fettine e comporre l'altro strato e aggiungere le codette di cioccolato.
- Finire con la ricotta bianca e spolverizzare di cacao.



Related Posts with Thumbnails