27 gennaio 2011

Parlando di...


Fermatevi un attimo a pensare insieme a me.
Vorrei che, per la parola che sto per scrivere, voi mi diceste la prima cosa che vi è venuta in mente, così, d'impatto.

Cioccolato

A cosa avete pensato?
Mi è stata fatta la stessa domanda dalla redazione di Parlando di Cioccolato e, se volete saperne di più, vi consiglio vivamente di fare una bella visitina approfondita al loro sito, che è un calendario continuamente aggiornato di appuntamenti tutti a tema cioccolatoso (neanche a dirlo :P), sia in Italia che nel resto del mondo, con intervalli di pura golosità ad opera di blogger!

Mi è stato infatti chiesto di realizzare una ricettina a tema per loro, e secondo voi io potevo dire di no??
;)

Però, se volete la ricettina di questa charlotte al pompelmo, pepe rosa e cioccolato bianco, andate a sbirciare qui, ché oggi mi sento bella pigra!

Un bacione a tutti e un grazie ancora alla redazione di Parlando di Cioccolato!

13 gennaio 2011

I heart bloggers


Il motivo di questa affermazione?
Non lo so, o forse sì.
C'è che da qualche giorno a questa parte sono successe delle cose che mi hanno fatto meravigliare (ancor di più, se mai fosse possibile) di quanto la gente possa essere...terra terra.  Confesso di aver pensato un po' di minuti per trovare la parola esatta, ma è l'unica che mi viene in mente: terra terra.
Scusate tutto questo giro di parole un po' confusionario, ma sono una ragazza molto ingenua ed è sempre molto facile per me cadere dal pero.

Quindi voglio condividere questo pensiero con voi che passate di qui in questo momento.
Nonostante il mondo dei bloggers (sì, parlo proprio dei blog in generale) sia decisamente affermato nella rete e non, c'è sempre chi è pronto all'attacco: i bloggers non fanno una beata cippa tutto il giorno, i bloggers non sono professionali, non hanno nulla a che spartire con la realtà fuori da casa loro, non hanno la minima idea di quello di cui parlano e non capiscono niente.
Perché? Cosa ci guadagnate a polemizzare al vento ogni volta? Cosa vi dice chi è superiore a chi?

Ora: se tu che stai leggendo questo post, ti senti vibrare qualcosa nella testolina, sappi che sei tu il/la diretto/a interessato/a. E sappi che devi anche sentirti piccolo piccolo, in mezzo a milioni di persone, perchè tu, che giudichi senza la minima cognizione della passione, del lavoro e dell'impegno che ci sono dietro a ciascun blog, sei il primo ignorante tra tutti.

Perdonate lo sfogo, ma chi legge capirà.

Proud to be a blogger!


PUDDING AL PANETTONE E CARAMELLO ispirato a Nigella Lawson

Mi sono ispirata al Caramel croissant pudding di Nigella per questo dolce. E' perfetto per recuperare quell'avanzino di panettone che ristagna da dopo le feste! E' facile, velocissimo ma soprattutto una bomba!

Ingredienti per 2 porzioni belle toste :)

100g di zucchero
50ml circa di acqua (o quanto basta a far dissolvere lo zucchero)
250ml di latte (o metà latte e metà panna fresca)
2 uova sbattute
1 cucchiaino di liquore (io ho usato lo Strega, ma lo vedo bene anche col rum)
2 fettone di panettone

- Preparare il caramello facendo sciogliere lo zucchero nell'acqua a fornello spento in una padella non antiaderente e dal fondo spesso.
- Accendere il fuoco abbastanza vivace e, assolutamente senza mescolare, attendere che il caramello diventi color ambra.
- Nell'attesa, spezzettare il panettone e distribuirlo bene due terrine mono porzione (o una più grandina :P)
- Quando il caramello è ambrato, unire il latte (ed eventualmente la panna poi). Se il caramello si solidifica non preoccupatevi, basta pazientare e si scioglierà mescolando. Aggiungere anche il liquore.
- Unire poi le uova ben sbattute e mescolare. E' importante usare una frusta velocemente per evitare che l'albume e il tuorlo si solidifichino subito separati, creando uno spiacevole effetto frittata...
- Versare il composto sul panettone e infornare a 180°C per 20 min.
Related Posts with Thumbnails