03 febbraio 2012

Ma che fico!



La matematica non è un'opinione, fin qui non ci piove. Ma la meteorologia, o almeno la percezione di essa, a quanto pare sì.
Un paio di settimane fa, quando ancora non era scesa tutta questa neve, mi accingevo al mio solito giretto per le commissioni d'ufficio. Diciamo che il discreto freddo mi imponeva una etichetta alquanto bardata; vista la mia mise di piumone extralarge, sciarpa chilometrica, stivali pelosi, cappello e cappuccio calati, il cassiere della banca ha pensato bene di salutarmi con un "ma i cani da slitta dove li hai parcheggiati?".
Forse io sarò apparsa esagerata ai suoi occhi (mamma mia, se avessi potuto vestirmi di più, giuro che l'avrei fatto), ma se solo avesse visto quale pittoresca donnina si aggirava nei dintorni della banca, in compenso mi avrebbe di certo nominata come la donna più gnocca e stilosa di tutta Milano, ma che dico, me voglio rovinà, di tutta la provincia!

Ebbene, suddetta donnina girava con una sorta di ponchoche faceva tanto plaid della nonna e...con le infradito. Solo a ricordarla le mie dita dei piedi diventano cianotiche. Io, che metto le calzine anche d'estate, ho avuto un mancamento, come se fossi caduta in un lago ghiacciato. Signora mia, complimenti alla sua circolazione sanguigna.

Ma non finisce qui.

Due giorni fa, stesso posto, stessa ora, ma sotto una neve ben copiosa. Vorrei poter dire che il mio abbigliamento fosse cambiato rispetto al primo episodio, ma piumone e imbottiture varie sono al momento i miei migliori amici. Non era così però per un ragazzo che mi sorpassa bello bello con il cane al guinzaglio, con quel passo slanciato da chi si crede molto ganzo. Anche lui in ciabattine? Macchè. Era in t-shirt.

Manco a dire che avesse un po' di ciccia addosso. No.

Magro come un chiodo e dall'incarnato tendente al verdolino malaticcio. Sì insomma, viene proprio da dire "ma che fico!" :)
 

MACARONS SALATI FICHI E PROSCIUTTO COTTO

Primo esperimento con i macarons salati! Era un chiodo fisso da mesi e posso dirmi soddisfatta; il sapore è decisamente particolare, dolce e salato al tempo stesso, visto che si tratta pur sempre di una meringhetta. Per contrastare consiglio quindi un ripieno bello saporito :)

Guardate anche qua, Carola ne ha proposta una versione molto ispirante poco tempo fa :)

Per circa 20 macarons:

la ricetta dei gusci di base è sempre la stessa

per il ripieno:
100g di fichi secchi
50g di burro salato morbido
un paio di fette di prosciutto cotto o crudo, a piacere
pepe

- Realizzare i gusci alla maniera solita.
- Tritare finemente i fichi al mixer, montare il burro e aggiungere i fichi tritati e il pepe.
- Spalmare entrambi i gusci di ciascun macarons coi fichi e guarnire poi con il prosciutto.


Vi volevo ricordare il mio corso sui macarons del 18 febbraio, è quasi al completo ma una o due persone ci stanno ancora :)



Related Posts with Thumbnails